Australia: Una miniera di risorse

miningL’ Australia è nota in tutto il mondo principalmente per i suoi canguri, le sue spiagge bianche e per i suoi gamberoni fatti sul barbecue.
Ma molti non sanno che questo continente è uno dei primi in tutto il mondo per quanto riguarda le ricchezze del sottosuolo.

Non ci credete?!
Fatemi allora citare un paio di fatti, per convincervi del contrario:

– nel WA, in un paesino chiamato Kalgoorlie, si estrae  più oro che in tutto il resto dell’Australia, che è comunque tra i secondi produttori al mondo in assoluto dopo la Cina.
– l’Australia è il più grande produttore al mondo di Opale, con il 95% di copertura del mercato.
– l’ Australia è seconda al mondo nella produzione di Zinco, dietro alla Cina.
– l’ Australia è prima al mondo nella produzione di Diamanti, dietro solo al Botswana ed alla Russia.
– l’ Australia è il più grande esportatore di Carbone e quarto produttore al mondo, dietro Cina, USA ed India.
– l’ Australia è tra i più grandi esportatori di Uranio, con l’11% del mercato mondiale, dietro solo a Canada ed Ukraina.
-l’ Australia è il primo produttore mondiale di Gas Naturali.
– l’ Australia è il secondo produttore mondiale di Nickel, dietro alla Russia.
– l’ Australia è tra i primi tre indiscussi produttori di ferro, dietro a Cina e Brasile, con 342 milioni di tonnellate estratte all’anno.
– Broome, ridente cittadina a nord ovest dell’Australia, ha l’industria di produzione di perle più grande al mondo.

Ergo, non c’è che dire che forse la qualità preponderante a livello di risorse, in confronto agli altri paesi al mondo, non è sicuramente il numero di bionde in bikini ma le ricchezze minerarie, anche se comunque di bionde, no siamo certo mal forniti.

uranium-wide-620x349
A questo proposito vorrei parlarvi appunto dell’industria del “mining” che copre circa 400000 dei 22milioni di abitanti di questa terra.

Senza dubbio alcuno, la cosa che attrae subito del lavoro nelle miniere (non necessariamente legato al “picconare”, come viene naturale pensare), sono i salari.
Le cifre sono da capogiro, paragonate ad un regolare lavoro da operaio o da ufficio, nell’ordine dei 100-200 mila dollari all’anno di stipendio.

Ovviamente, c’è il rovescio della medaglia; chi decide infatti di lavorare nel mining, di solito si ritrova poi a vivere in luoghi totalmente desolati e/o lontani dal mondo conosciuto, in aree dove le temperature toccano i 50 gradi o dove le condizioni di vita sono decisamente aspre.
Praticamente è come andare su Marte a picconare. Piacevole eh?!

008739-west-angelas-mineIn caso essere duri sia il vostro pane ed a voi, dell’aria pulita e della crema solare, non interessi nulla, vi incollo qui sotto un paio di siti dove potrete trovare le migliori offerte di lavoro possibili nel mercato delle miniere.

Ricordatevi, che le possibilità di lavoro nelle zone dove nessuno vuole andare sono più alte, anche per noi poveri immigrati.

http://www.entrylevelminingjob.com.au

http://www.miningoilandgasjobs.com/jobs/western-australia/fly-in-fly-out/

http://au.indeed.com/Fifo-Mining-jobs-in-Western-Australia

http://womeninmining.com

http://www.seek.com.au/mining-resources-energy-jobs/
Australian-mining-map

È tutto anche per oggi.
Qui sono già arrivate le prime balene.

Rimanete aggiornati con il sito per le foto in esclusiva!!

ciao!

 

enjoy

2 thoughts on “Australia: Una miniera di risorse

    • L oro fortunatamente fluttua. La benza é calata ed il budget del 2014 è stato veramente duro.
      Gli Australiani decidono una cosa ed il giorno dopo qui cambia tutto.
      Per fortuna é bene o male in meglio. Quasi sempre.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s