Why Australia

Diciamo che questa e’ un po’ la domanda che frulla nelle testoline della gente che, ancora oggi, e’ ignara ed inconsapevole delle potenzialita’ di questo paese.

Perche’ l’ Australia?

Perche’ non il Takestan? Perche’ non il Laos? Perche’ non la Svizzera tedesca?

Insomma, la risposta mi sembra anche abbastanza ovvia a questo punto, in caso foste donne, visto e considerato appunto che nei paesi sovracitati, potreste finire massacrate a sassate, con il collo lungo 30 cm oppure con una tremenda tendenza a non depilarvi ed all’abuso di birra rispettivamente (scherzo ovviamente).

In caso siate uomini invece, sicuramente non volete recarvi, allo stesso modo, in quei paesi per via appunto che potreste incontrare quel tipo di donna.

Quindi PERCHE’ SCEGLIERE L’AUSTRALIA?

Se siete qui, a leggere questo post, vuol dire che bene o male avete gia’ una mezza idea di venire quaggiu’, quindi potete gia’ immaginare, dai miei racconti precedenti quali siano i motivi preponderanti per i quali scegliere il paese dei canguri come destinazione del proprio viaggio.

Per far si che non ci sia confusione pero’, vorrei elencare appunto qualche qualita’ che secondo me e’ bene evidenziare e che probabilmente non e’ propriamente nella concezione comune quando si affronta l’argomento AUSTRALIA:

1)Parita’ di sesso ed opportunita’, indipendentemente da eta’, razza, background.
Sotto questo aspetto, si puo’ dire che l’ Australia sia il paese piu’ all’avanguardia del mondo. Si sa infatti che, in tutte le nazioni in cui la storia e la cultura locale si tramandano da millenni e robe varie (vedi l’Italia appunto), il sessismo, il classismo professionale ed il nonnismo in genere, fanno da padroni.
In questo senso, qui down under l’essere giovani e pieni d’energia, ha invece un largo margine di vantaggio rispetto all’essere 45 enni !
Utilizzare menti fresche ed un organico ricco di propulsione ed innovazione e’ sicuramente un punto su cui un’azienda dinamica ed in ascesa cerca di investire.
Immaginate di avere 27 anni e venir assunti da un azienda ed essere ascoltati qualora ci fosse una decisione strategica da attuare od un investimento da fare.
Incredibile vero?
Qui in Australia e’ all’ordine del giorno.

2) Le bestie feroci non sono “feroci” se non “le incazzi”
L’Australia e’ conosciuta in tutto il mondo per i suoi animali letali, tanto da creare uno spauracchio, infondato pero’, quando si pensa ai possibili scenari che possono capitare qualora s’incrociassero queste fiere incredibili.
Tagliando la testa al toro, I CANGURI IN CITTA’ NON CI SONO !
I koala sono animali abbastanza schivi e dormono la maggior parte della giornata sugli alberi.
I ragni mortali ed il famoso RED BACK, se ti mordono, non ti uccidono. Per prima cosa se morde lo fa, per la maggior parte delle volte, senza iniettare il veleno, a meno che non ti consideri come una potenziale preda da mangiare (il che la vedo molto dura). In secondo luogo, tutti gli antidoti sono stati trovati e basta recarsi ad un centro 24/7 di soccorso per ricevere il siero, se proprio si vuol stare tranquilli. Io sono stato morso da un huntsman e sono ancora vivo.
Gli squali ci sono. Sono anche in via d’estinzione. Ci sono meno di 1 morto l’anno per morso di squalo (lo squalo NON TI MANGIA, perche’ NON GLI PIACE LA CARNE UMANA, contrariamente a quanto Stephen Spielberg vuole farci credere) e la maggior parte sono nel West Australia, dove la natura e’ ancora incontaminata. Tendenzialmente lo squalo attacca SE ti scambia per un leone marino. La situazione dev’essere che tu in qualche modo “risulti in difficolta'” o “una possibile preda per lui” (vedi sangue che scorre o movimenti accentuati o con difficolta’).
Le persone in acqua OGNI SANTO GIORNO a fare surf/nuotare/snorkeling in tutta l’ Australia saranno suppergiu’ (senza esagerare) 5-6 milioni. Lascio a voi le statistiche. C’e’ piu’ probabilita’ che tu venga investito in macchina che morso da uno squalo.
Le meduse giganti assassine non esistono. La medusa non ha nessun interesse a mangiarci od a farci fuori. Ovviamente se andiamo li vicino a VEDERE COME SONO FATTE, c’e’ la possibilita’ di venir punti. Questa in particolare si puo’ trovare solo vicino la barriera corallina a nord dell’ Australia. La barriera corallina (aka Great Barrier) dista in media 4-5 km dalla costa.
I serpenti sono presenti nell’acqua o nell’ outback.
In ogni caso, ogni animale (noi compresi) reagisce solo se percepisce di essere attaccato. Nella maggior parte dei casi, L’ AGGRESSIONE NON AVVIENE SE NON SE LA SI VA PROPRIO A CERCARE.

3) Natura incontaminata ovunque
Uno dei punti forti dell’Australia e’ sicuramente la forte presenza di madre natura.
Ovunque si vada, infatti, fuori solamente un centinaio di kilometri dalle principali citta’, ci si ritrova magicamente NEL NULLA piu’ assoluto, circondati solamente da prati, alberi ed animali allo stato brado.
Vivere in una citta’ come Sydney, in particolare, puo’ sembrare quasi dicotomico, nel senso che SI….si vive in una metropoli, con palazzi, strade e milioni di persone, ma e’ anche vero che se ci si dirige verso l’oceano o ci si spinge nell’entroterra, ci si puo’ ritrovare nell’immensa vastita’ naturale di questa nazione.
Vedi per esempio le Blue Mountains con il loro parco naturale a sole 2 ore di auto dal centro, oppure il Royal National Park a sud della citta’, anch’esso a 2 ore o poco meno.
Insomma, essere circondati da blocchi di cemento non piace a nessuno.
Vivere a contatto con la natura ci fa sentire meno “onnipotenti” e piu’ a nostro agio, nel nostro piccolo.
Le citta’ australiane sono spesse volte ricolme di parchi e di zone verdi, appunto per mantenere il livello di coesione con la natura anche all’interno delle aree urbane.
L’Australia da veramente la possibilita’ di avere entrambe le cose: vivere con tutti i comfort della civilta’ occidentale, ma in completo rispetto della natura.

4) Laidback culture
L’Australia, pur avendo una societa’ creata su stampo americano e da colonie inglesi, si contraddistingue da tutte le altre culture mondiali per essere veramente RELAXED.
Come ve lo posso spiegare…il paese dei canguri e’ si una delle nazioni occidentali piu’ all avanguardia e economicamente sviluppate del mondo, ma la sua storia e tradizione, legate all’evoluzione urbanistica locale, hanno fatto si che…..tendenzialmente l’australiano sia LAZY, ovvero pigro, come un canguro sdraiato in spiaggia.
Perche’ cio’, mi chiederete? Beh, la risposta piu’ semplice che mi viene in mente e’ che se dovessi immaginare una situazione dove un gruppo di persone vive in prossimita’ di una spiaggia, credo che la maggior parte abbia piu’ voglia piu’ di cazzeggiare piuttosto che andare a lavoro!
Premesso cio’, la societa’ qui e’ tendenzialmente seriosa per quanto riguarda il lavoro ma non vi aspettate meticolosita’ giapponese o stakanovismo statunitense; la gente preferisce di gran lunga bersi una birra al pub o farsi una passeggiata all’aria aperta invece che parlare di business o di lavoro.
In questo senso, non c’e’ appunto da spaventarsi quando si deve fare i conti con il lavoro qui. Non si compete certo con MOSTRI a livello professionale od AUTOMI che non sgarrano di una virgola.
Oltretutto direi che noi italiani siamo decisamente avantaggiati, considerando le nostre note skills d’adattabilita’ e filantropismo.

Bene, detto questo voglio lanciare un’altra campagna, dopo la famosissima “pirla di saggizza” che spopola gia’ nell’etere….
Si chiama “Why Australia Campaign”, dove appunto cerchero’ di dipingere il piu’ possibile i tratti piu’ affascinanti di questo paese, tralasciando magari le magagne che, nonostante l’idillio di bellezze naturali e sociali, comunque esistono come in ogni altro paese.

Qui si puo’ dire che l’estate e’ oramai iniziata.
Dalle case s’intravedono gia’ i primi alberi di natale affiorare, ed e’ una strana sensazione considerato il fatto che ci sono quasi 30 gradi.

Martedi’ c’erano le balene a Bronte.
Ieri c’erano le alghe fluorescenti a Bondi.
Stamattina i delfini che nuotavano felici attorno a noi guardaspiaggia provetti.

Ma che posto!!!

CHE POSTO !!!

This is WHY i choose AUSTRALIA !!

enjoy

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s